Nella mattinata di venerdรฌ 11 novembre a Rosolini si รจ tenuto il Welcome Day delle studentesse provenienti dalla cittร  di Vitoria-Gasteiz (Spagna) per quanto riguarda l’ambito dell’Erasmus Plus Kai, le quali frequenteranno presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Archimede” di Rosolini un trimestre. Svoltasi presso l’ampia Sala Biblioteca Multimediale di Via Sipione, una rappresentanza di studenti ha accolto calorosamente le due giovani e la docente Blanca Gauna, che le accompagna. A curare e coordinare la cerimonia di benvenuto รจ stata la Dirigente Scolastica Maria Teresa Cirmena , affiancata dai responsabili dell’Erasmus Plus, la prof.ssa Concetta Calvo, e il prof. Salvo Grillo.
Nel suo interventoย  la prof.ssa Calvo, Referente Erasmus Plus per l’Archimede ha spiegato:” Erasmus Plus รจ un importante Programma Europeo che offre alle scuole aderenti incredibili opportunitร  di studio, formazione e innovazione. Oggi, allโ€™Archimede, inauguriamo la prima di una lunga serie di mobilitร  che si terranno nei prossimi cinque anni. La mobilitร  permette agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di secondo grado di frequentare una parte dellโ€™anno scolastico presso un istituto europeo partner sulla base di un contratto formativo, il learning agreement, siglato da entrambe le istituzioni scolastiche. Al termine del soggiorno delle studentesse spagnole, toccherร  a due delle nostre studentesse sedere tra i banchi della scuola spagnola Carmelitas Sagrado Corazon”, ha concludere l’intervento รจ stata la Direttrice Scolastica Cirmena, la quale ha dichiarato: “Per un adolescente, trascorrere un periodo di vita e di studio in un altro Paese rappresenta una crescita personale in termini di autonomia e fiducia nelle proprie capacitร . Viaggiare, ma ancor piรน vivere immersi in un contesto culturale diverso da quello di riferimento, favorisce lโ€™arricchimento linguistico e una maggiore apertura mentale; stimola al dialogo e motiva alla tolleranza; incide sul potenziamento delle competenze trasversali che formano il cittadino europeo di domani. Per la nostra scuola, la mobilitร  di studenti si traduce in unโ€™importante esperienza pedagogica a livello internazionale, con una positiva ricaduta sulla comunitร  scolastica tutta e sulle famiglie coinvolteโ€.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You missed